Le Voyage Lyrique - Initiation à l'opéra

Le Voyage Lyrique - Initiation à l'opéra

Les passions de Gianluca, le moniteur de sport mélomane

Gianluca souhaiterait partager avec nous ses passions et ses émotions lyriques. Son histoire est très touchante: Gianluca était atteint d'une grave maladie. Ce sont les voix lyriques et l'opéra qui lui ont permis de supporter ces moments difficiles. Il espère que ces instants d'opéra pourront aider d'autres personnes, saines, malades ou ayant un parent ou un ami malade, car la musique peut soulager les souffrances et pourquoi pas, aider à la guérison. 

Depuis quelques jours, Gianluca m'a envoyé de nombreux mails témoignant d'une passion rare et des vidéos Youtube. Avec sa permission, je les reproduis ici, car ils sont d'un enthousiasme communicatif! 

Je lui passe maintenant la parole. N'hésitez pas à répondre et échanger avec lui, sur cet article ou sur le forum, en français, anglais ou italien, il sera ravi!

Je n'ai pas encore pu traduire tous ses mails, mais cela viendra. 

 

"Buongiorno gentile signora Julia, complimenti per il suo viaggio lirico. Lavoro molto in palestra e non sono spesso su internet tuttavia ho voluto scriverle come atto di rispetto. Mi chiamo Gianluca,vivo a Savona,la città di Renata Scotto e sono un allenatore di pesistica e di ginnastica con una grande passione per la Opera lirica sin da bambino. In fondo un cantante lirico è un atleta della voce, deve allenarsi con metodo e duramente, per non parlare poi dell'impegno fisico sul palcoscenico. Di recente sono guarito da una grave malattia, e l`ascolto delle Grandi Voci mi ha molto aiutato a non arrendermi e a guarire.Credo che questo sia il magico potere della grande musica e delle grandi voci. Di regalare emozioni, gioie e speranze. La musica si sente con l`anima, è un balsamo per l`anima. Perdoni il disturbo ma è una mia testimonianza di amore per la musica che desideravo condividere con chi ama la Opera. Gianluca

 

Magari può dare uno stimolo maggiore anche a chi soffre di altre malattie. Spero possa essere di stimolo ad ogni appassionato di Opera, sano oppure malato oppure con un parente od un amico malato e che possa avvicinare maggiormente le persone all`Opera. Grazie ancora, Gianluca

 

«Bonjour chère Julia et félicitations pour Le Voyage Lyrique. Je travaille beaucoup dans le gymnase et je ne suis pas souvent sur ​​Internet, mais je voulais écrire comme un acte de respect. Mon nom est Gianluca, j'habite à Savona, la ville de Renata Scotto et je suis un entraîneur haltérophilie et de gymnastique avec une grande passion pour l'opéra depuis que je suis enfant. Fondamentalement, un chanteur d'opéra est un athlète qui doit s'entraîner avec la méthode et durement. J'ai récemment récupéré d'une maladie grave, et l'écoute des Grandes Voix m'a beaucoup incité ne pas abandonner et à guérir. Je pense que c'est le pouvoir magique de la grande musique et des grandes voix qui m'a aidé, en m'offrant des émotions, des joies et des espoirs. Le musique est un baume pour l'âme. Pardonnez le désordre, mais c'est un témoignage de mon amour pour la musique que je voulais partager avec ceux qui aiment l'opéra. Gianluca"

 


 

Quando ero malato e non potevo dormire, passavo ore ed ore ad ascoltare le Grandi Voci ma ero solo, e pensavo sarei morto senza trasmettere a nessuno tutta quella poesia e quella bellezza, senza raccontare a nessuno la mia storia. Invece sono guarito ed ora ho il privilegio di poterla condividere con te. Tu certo hai un`anima nobile, ami la Musica e puoi capire. Grazie di cuore, Gianluca.  

 

"Quand j'étais malade et que je ne pouvais pas dormir, je passais des heures et des heures à écouter les grandes voix, mais j'étais seul, et je pensais que j'allais mourir sans envoyer à quelqu'un toute cette poésie et cette beauté, sans rien en dire à personne mon histoire. Au contraire, je suis maintenant guéri et maintenant j'ai le privilège de partager avec vous. Vous avez certainement une âme noble, vous aimez la musique et que vous pouvez comprendre. Merci, Gianluca."


Le 20 septembre:

 

Le 3 oct. 2013

"Today some words about Samson of Vickers. Sanson is a army leader,a man inspired by God,with a great moral integrity and a sacred mission.But he is a man and the power of love for Dalila and the sensuliality of Dalila his penetrating in his sol,able wining is strenght.And this terrible contrast is lacerating the heart of Sanson until the end. Vickers is greatest in expressing that with his magistral art and outstandin fraseggio. Every word Vickers sings is filled up with sense.Of course greatest Sanson Domingo too with wonderful voice working on medium register and so a Sanson full of passion,full of sensuality. An irresistible Sanson...

Ps I believe Dalila is not only the weakness of Sanson but she is the strenght of Sanson.Of course Sanson is a man of God,inspired by God ,but without Dalila he is a stone without humanity.I think that Dalilà is like a mirror and she is showing him the real face of a human being with all his weakness,doubts,fears.With all  trepidation of a lover,with the darkness of a doubting soul.And so only after this way discovering himself, discovering his humanity and fragility that God can finally renowing the strenght of Sanson...

Buona giornata, Gianluca"

 


 

Le 3 oct. 2013

Per te questa insuperabile voce in una insuperabile interpretazione!!!Buona serata

Pour plus d'informations sur cet air, consulter l'article du Voyage Lyrique

 


Le 2 oct. 2013

I tell you of the outstanding interpretation by Montserrat Caballé. I'm talking of a Norma at the Orange Festival under the baton of Patanè with Josephine Veasey and John Vickers.(1974) I believe the Norma by Caballé is a wonderful original medium between the tragical,dramatic,full of fire and full of great pain,with an enlightening recitativo and declamato (for me a kind of Medea by Euripide) rendition of Maria Callas.And the superb  rendition of Sutherland singing with an outstanding perfect pure voice(i think to Canova).A moonlight Norma where all passions are sublimated (expecially in her first Norma,later her Norma more humane...). It is like the wonderful rendition of Renata Scotto in Lucia di Lamermoor where Scotto is singing between the passionale, hallucinated, delirious interpretation of  Callas and the angelical,abstract,pure rendition of the first Sutherland-later even Sutherland more human..Caballé is creating a Norma(ten years later she will be also a great Adalgisa -originally played by Giulia Grisi, a sopran-with Sutherland under the baton of Bonynge) with a langourous raptoure,with a superb legato and an very smooth ,caressing sounds and a superb diction.A lirical Norma having the sweetness but at the same time the vibrant voice of a real woman not of a goddes.Veasay is wonderful too with a sweet and silken voice and Vickers sings Pollione with  noble,proud,charismatic voice. An authoritative interpretation on the level of Pollione by Franco Corelli.

Good evening,Gianluca.

Ps for me not easy working all day at gym listening to aerobic music... So it is wonderful I can send you my comments on Opera. Thanks.:-) :-) :-) :-) :-)

 


 

"Oggi ti parlo dell'Otello di Vickers e della Freni diretti da Karajan-EMI 1973. Una versione che adoro.
L`orchestra è stupefacente nell`inquadrare ambiente,azione,atmosfera emotiva e psicologica dei personaggi con infiniti preziosi colori e sfumature e nel suonare in perfetta sinergia con I cantanti, valorizzandoli al meglio.
Vickers è un grandissimo Otello perchè esprime la aristocrazia per meriti e non per nascita di Otello.Il suo canto aristocratico lavora molto sulla dinamica del piano e del mezzoforte,evitando una monotona e stentorea declamazione.Esprime perfettamente il lento,inesorabile scivolare di Otello nella follia.Un capolavoro vocale ed interpretativo. Solo Domingo saprà fare meglio.La Freni canta con un timbro meravigliosamente bello ed omogeneo,senza retorica,senza manierismi,con grande freschezza e comunicativa.Ben esprime un Desdemona giovane,viva,di grande umanità,non bamboleggiante nè sciocca.Vickers e la Freni sono veramente Otello e Desdemona ed il duetto nel terzo atto,poeticamente il cuore della opera,vede un Otello  tormentato ma sempre palpitante di amore,mai becero e scontato.Ed una Desdemona tenera,appassionata,sommamente comunicativa...qui mi fermo-Jago non è alla loro altezza-e ti saluto."

Gianluca.


 


Le 1er oct. 

A great Carmen expressing the total freedom of the woman.

 

Another great,more sensual Carmen

 

Another greatest



 

"I tell you about Il Trovatore with Domingo, Price, Cossotto and Milnes under the baton of Mehta (1969). The Orchestra is able creating a very mysterious nocturnal atmosphere with a great feeling with all the singers.Leontyne Price is singing with her very sensual, magnetical, sweetest outstanding voice (Tacea la notte placida is breathtaking).Domingo is wonderful,singing with great legato,great elegance,sensuality and sweetness. A lirical voice unforgettable (Deserto sulla terra, Mal reggendo, Ah si ben mio, Di quella pira are memorable). Miserere with Price is insuperable. Fiorenza Cossotto is here a greatest, superb Azucena with a voice full of beautiful,rich, dark tone,without any effort.And a lot of wonderful nuances.I believe an historical Azucena.(After your video of Lady Macbeth i pondered a lot on this voice that i know very well). Milnes is wonderful too,with a very rich fraseggio, and soft sounds. Best greetings, Gianluca


Le 30 sept.

Oggi ti parlo dell'Otello di Domingo, che è l`Otello per eccellenza,capace di coniugare la plasticità e potenza di Del Monaco al fraseggio geniale di Vickers. Diretto da Levine nel 1978,con Renata Scotto e Milnes. La direzione è molto incisiva ed asciutta,piena di contrasti timbrici,incalzante ed intensa ed asseconda e valorizza perfettamente I tre interpreti principali.Domingo vanta un timbro scuro,caldo,pastoso,morbido e sensuale e canta con nobiltà e sfumature di fraseggio eccezionali unite ad una superba linea di canto.Una voce ideale per Otello,una voce cosí seducente,cosí pagana nella sua maschia brunitura,che privilegia un accento aristocratico,evitando cosí un monotono declamato(Ora e per sempre addio,Sí pel ciel marmoreo,Dio mi potevi scagliar,Niun mi tema sono quanto di meglio si possa ascoltare ).Domingo esprime in maniera magistrale il lento,inesorabile sprofondare della mente di Otello nella follia ancor meglio di Vickers e certo con una voce più bella timbricamente e più ricca di preziosi suoni vellutati. A lui si affianca una Renata Scotto dal timbro chiaro,pieno di trepidazione e quindi molto emozionante il contrasto con la voce scura brunita e calda di Domingo.Benchè la Scotto non abbia la voce radiosamente bella della Freni,tuttavia canta con gran classe.Strepitoso il controllo del fiato e la eccezionale varietà di colori che plasmano una Desdemona indimenticabile.La canzone del salce,l`Ave Maria sono un capolavoro di poesia.Anche Milnes è molto bravo e l`affiatamento con Domingo e  Levine eccezionale.Domingo è un Otello ancora più compiuto e perfetto(passati i cinquanta la sua voce è ancora meglio nel saldare il registro centrale a quello acuto)con Solti nel 1993.D`altronde Domingo non ha mai smesso di continuare a lavorare,a studiare ed approfondire Otello raggiungendo cosí la perfezione.Un Otello,quello di Domingo,entrato ormai a pieno diritto nella storia dell`Opera.


Ecco un Otello ed una Desdemona indimenticabili !!


 

Le 29 sept.

Visto che abbiamo parlato di Lady Macbeth, penso che occorra una `voce da gatta`, come pensava Toscanini,che ascoltò la Callas in una favorevolissima audizione.Certo lei fa scuola con una preparazione tecnica saldissima e con una interpretazione piena di mordente,di fuoco,di frasi spezzate,di slanci da leonessa,di note gravi che esprimono un`anima femminile assai inquietante,contorta,demoniaca.La Callas scandaglia gli abissi dell`anima fosca di Lady Macbeth in maniera magistrale.Tuttavia credo che la Lady Macbeth della Verrett sia ancora meglio.Non una Lady Macbeth solamente Angelo del male ma una Lady Macbeth dalla seducente femminilità,una strega essa stessa.Il timbro meravigliosamente vellutato della Verrett, oscenamente voluttuoso -a loro un Requiem,l`eternità,fa venire I brividi,la sua morbidezza e controllo del fiato sono eccezionali.C`è qualcosa della dolcezza snervante nella scena del sonnambulismo,qualcosa di terribilmente agghiacciante. A ciò si aggiunga la sua presenza fisica seducente e la sua recitazione carismatica-solo in video l`ho vista-. Una Lady Macbeth indimenticabile.Per quanto riguarda la Nilsson,la sua Lady Macbeth ha suoni ovviamente di una facilità e di un nitore straordinari.E sfuma ed ispessisce I suoni magistralmente ma non ha la profondità di introspezione della Callas e la femminilità perversa della Verrett. In ogni caso la Nilsson è comunque una grandissima artista!!!
Quanto alla ultima interpretazione di Anna Netrebko, a me sembra una intelligente terza via di mediazione tra la demonicità abissale della Callas e la seduttività voluttuosa della Verret. La voce ora è sufficientemente scura,maggiormente ampia nel registro centrale e c`è un ottimo legato con magnifica continuità sonora dalle note gravi a quelle più alte ed un accento molto nobile.La sua voce è molto vellutata,molto morbida ma chiara nella dizione allo stesso tempo e davvero molto seducente.Ascoltando il recitativo ho provato un brivido...Spero la ascolterai live in questo ruolo. Credo sarà meravigliosa. Mi saprai dire. Serena Domenica, Gianluca.

 

 

Ps: ti dirò, Fiorenza Cossotto è stata una grande cantante,un grande mezzo-soprano.Ha un timbro splendido,sonoro,vibrante,molto `muscoloso`nel registro centrale e grave ma qui a me sembra le manchi varietà di accenti e di sfumature.Molta,troppa energia vocale,molta magniloquenza per risolvere tutto ma poca o nessuna introspezione. A me non pare canti qui bene. Tra l`altro sbianca molto negli acuti. Forse sono troppo severo. A bientot,Gianluca

 

Ho comprato l`ultimo disco della Netrebko dedicato a Verdi.Interessante,la sua voce è ora più scura:


 


 

Verret è più carnale, più sensuale:


 


 


 

Le 28 septembre

Ho ascoltato-in disco della DECCA-Domingo e Jessye Norman diretti da Solti. Ti dico che Solti è geniale nel creare una atmosfera emozionante con il suono.E unisce magistralmente voci ed orchestra in un capolavoro di sfumature che rende pieno onore a Wagner.C`è una grandiosità da grand-opéra che va benissimo. Domingo è eccezionale come Lohengrin. La sua golden-voice è ricchissima di chiaroscuri,vibrante,vigorosa eppure capace di delicate e sottili sfumature,di autentiche mezzevoci.Il perfetto legato,la varietà di fraseggio,la linea di canto stupenda,la gran musicalità danno vita ad un Lohengrin storico..Il saluto al cigno è davvero stupefacente.E questa voce brunita,maschia e sensuale con nobile accento si sposa alla perfezione con la Elsa della Norman che ha quî una voce davvero carnale,sensuale.Nel terzo atto,il cuore della Opera,Solti crea un pathos straordinario,una tensione che vede una Norman sensualissima accanto ad un meraviglioso Domingo.Una donna vera ed autentica femmina esuberante che vuole,desidera il suo uomo con tutto il proprio essere,con tutta la propria anima ed i propri sensi e non è certo donna sottomessa,ma dominante.E tale desiderio si sposa perfettamente con l`ardore di Lohengrin. Un gran capolavoro che commuove...

Buona serata cara Giulia e a bientot. Gianluca


 

Dear Giulia, about Tristan und Isolde

For Nilsson no problem singing Wagner.The only problem for her... having sensitive shoes ,she told,because a lot of time staying up... She has a beautiful and all-powerful voice in regard with legato,capacity to make sounds stronger and to lower sounds in every notes.Her fullness of voice is amazing and amazing her control of breath, her appoggio del fiato. I believe no limits to this voice!!!Even if Wagner more difficult and longer...no problem for Nilsson but i think better...Maybe her voice a little cold but with the solidity of the granite.Nilsson stay at home with Wagner -abita il ruolo-, expecially in Isolde-with an incredible confidence in singing.All difficulties are easy for her!! Only Flagstad can be her rival.
About the Tristan of Vickers I think he is a Giant (expecially under the baton of Karajan,a magician creating an universe of precious colors).Vickers is really a great singers,his ability to work with the voice creating lights and shadows,is incredible (capacità di chiaroscurare il canto,in Italian).He is a master in modulating sounds from murmur to `shout`.He shows us a man with a great virility but with a sweet dream of love penetrating in his soul.I think in Tristan and Isolde no philosophy or abstract concepts but two human beings,two lovers full of passion and full of life even in death.Vickers is here insuperable!!!

Oggi sono al lavoro in palestra.Vorrei parlare con te per ore ed ore di Opera. Ogni giorno ti invierò delle osservazioni sulle interpretazioni dei cantanti che amo.Hai ragione,il viaggio lirico è il più emozionante e non ha mai fine. Cari saluti, Gianluca.

 

 


 

Le 25 septembre

Ho fotografato la mia collezione di Cd di Placido Domingo. Te la mando volentieri perchè tu ami davvero l'Opera e Domingo, che è uno dei più Grandi Tenori di ogni tempo. Io non conosco la musica, non ho studiato al Conservatorio come te e purtroppo non ho girato il mondo frequentando i maggiori teatri. Mi sono dovuto `accontentare`dei dischi.Ma la mia passione per l`Opera è grande e sono felice di condividerla ora con te! Grazie. Au revoir !

collection.gif

 


 

Le 23 septembre:

Cara Julia, è PERFETTA la tua definizione della Opera come forma di Arte Totale, che fa nascere le emozioni nascoste nel profondo della nostra anima.Infatti emozione deriva dal Latino, ex-movere, muovere fuori, e certamente la Opera fa emergere ciò che è più profondo ed autentico in noi,lo fa sviluppare e fiorire. In questo senso ascoltare la Opera è vivere e rinascere ogni volta,per questo ascoltare la grande musica è una esperienza sempre nuova... E le emozioni sono vita, energia che muove il mondo,che si propaga come un onda senza fine .La Opera è questa alchimia che  ci rinnova ogni volta,la nostra primavera dell`anima.`Le bonheur de le emotion pure`, questo il segreto che ci fa sentire sempre fresci e giovani ogni volta che assistiamo all`Opera a teatro oppure ascoltiamo un disco amato.Possiamo versare tutte le nostre lagrime ascoltando Vesti la Giubba o E lucean le stelle oppure soffrire con Mimí o con Violetta ma alla fine  sentiremo un gran calore nel cuore e quel calore sarà appunto le bonheur de l'emotion pure,la nostra gioia più autentica e perfetta.Au revoir,Gianluca.

 

Ps. la voce calda e brunita di Placido Domingo-lo ascolto in disco da 30 anni, da ragazzino- è una esaltante combinazione di audacia e vulnerabilità,durezza e dolcezza,fierezza ed abbandono. Maschia e virile eppure tenera,insinuante,voluttuosa,pastosa,sempre morbida e vellutata. A me, goloso come sono,ha fatto sempre venire in mente una cioccolata di gran classe.La sua tranquillità e sicurezza nel cantare,la sua`placidità è certo il frutto meraviglioso non solo di una Voce Unica ma credo anche di una unica grande gioia di emozionarsi e di emozionare gli spettatori. Un caro saluto.

 

Quando ero malato ho ascoltato molto Placido Domingo


 


Le 26 septembre:

Différentes version de l'air du ténor "Celeste Aïda" Aïda, Verdi.

Richard Tucker:

 

Giovanni Martinelli



 Georges Thill "Anges du Paradis, Mireille, Gounod

 

 

Georges Thill - Le Cid - Massenet

 

Lauritz Melchior, Lohengrin, Wagner

 


 

Le 20 septembre:

Joan Sutherland "Salut à la France", La Fille du Régiment, Donizetti



03/10/2013
3 Poster un commentaire

A découvrir aussi


Inscrivez-vous au site

Soyez prévenu par email des prochaines mises à jour

Rejoignez les 461 autres membres